Come posso fare delle belle foto per Instagram?

Se una persona è brava a fare delle fotografie e a comunicare emozioni attraverso queste, le basta anche la fotocamera dello smartphone.
Di seguito ti darò dei consigli base per fare delle belle foto per Instagram e per migliorare la qualità dei tuoi scatti.

Prima di tutto lasciami dire che se vuoi approfondire il tema della fotografia, ti conviene fare un corso.
Non intendo i corsi su come usare la tua reflex: per quello basta leggere il manuale di istruzioni. Seguire un corso di fotografia ti darà gli strumenti per capire cosa c’è dietro a uno scatto: composizione, significato, gestione della luce.
La parola stessa “fotografia” deriva dal greco phos (luce) e grapheos (scrivere): scrivere con la luce.
Quindi, prima regola: impara a scrivere con la luce.

Vivendo vicino a Lodi, ho scelto di seguire i corsi di fotografia del gruppo che organizza dal 2010 il Festival della Fotografia Etica: il Gruppo Fotografico Progetto Immagine. Ho seguito tutti i corsi di fotografia del maestro Alberto Prina, uno dei fondatori di questo gruppo e ottimo insegnante. Assolutamente consigliato.

1 – Non scattare con la fotocamera interna all’App di Instagram.

Dopo aver settato al meglio i parametri all’interno delle impostazioni del tuo telefono, scatta sempre le foto con la fotocamera del tuo smartphone.

2 – Pulisci sempre l’obiettivo dello smartphone.

Sembra una banalità, ma abbiamo sempre il telefono in mano e lasciamo sempre le ditate sull’obiettivo. Puliscilo per non avere aloni nella fotografia.

3 – Utilizza la Regola dei Terzi

Cerca su Google approfondimenti sulla Regola dei Terzi e sui Punti di Forza (o golden/focal point).

E’ una linea guida di composizione che suddivide l’area della foto in 9 parti, con una griglia di due linee orizzontali e due linee verticali: i punti di intersezione sono i punti di forza.

Imposta la tua fotocamera in modo da avere sempre come sfondo questa griglia, ti aiuterà tantissimo!

All’interno della composizione, ciò che occupa 2/3 della griglia avrà maggiore importanza, e l’oggetto su cui vuoi che si concentri l’attenzione dev’essere posizionato lungo una di queste linee, meglio se su uno dei punti focali.

Studiando queste regole di composizione base, otterrai dei primi scatti equilibrati.

Ci sono anche regole per le composizioni in diagonale, ad esempio, oppure le leggi della Gestalt e soprattutto la sezione aurea (la regola dei terzi ne è una semplificazione), ma qui sta a te capire quanto vorrai approfondire l’argomento fotografia e migliorarti scatto dopo scatto.

Abilita la griglia nella tua fotocamera per scattare con la regola dei terzi
Esempio regola dei terzi
Esempio regola dei terzi con tazze

4 – Preferisci sempre la luce naturale.

Quando è possibile, scatta sempre con la luce naturale. Attenzione a non scattare sotto i raggi diretti del sole se non vuoi creare ombre nette all’interno del tua composizione. Meglio scegliere una luce diffusa, vicino a una finestra da dove entra luce riflessa o filtrata da una tenda chiara che ne aiuta la diffusione.

5 -Non usare mai il flash! (a meno che non sia quello di un altro smartphone…)

L’utilizzo del flash appiattisce l’immagine e ne altera i colori.

È un consiglio valido anche per quei flash incorporati alle reflex. Per quanto riguarda le reflex ammetto solo l’utilizzo di flash esterni (quelli a cobra ad esempio) ma prima impara ad utilizzarlo: anche in questo caso, non intendo solo il manuale di istruzioni, ma studiane anche la tecnica e come l’intervento del flash può aiutarti a migliorare il significato e l’estetica della tua fotografia. Tra l’altro con il flash si possono fare anche tanti scatti creativi, quindi se impari a usarlo bene potrai fare delle fotografie originali.

Ma tornando allo smartphone, puoi usare il flash solo se è quello di un altro telefono, e lo utilizzi come fonte di illuminazione posizionata in un punto che non sia quello frontale rispetto allo scatto. In questo caso ti aiuterà a illuminare la scena, ma non ad appiattirla.

6 – Studia la scena.

Quando scatti una foto, controlla bene ciò che hai inquadrato. Spesso si è troppo concentrati sul soggetto principale che ci si perde ciò che c’è sullo sfondo.

Esempi di elementi antiestetici in background sono:

  • il wc dietro ai selfie in bagno
  • lo stendino dei panni
  • il bidone della spazzatura
  • la scopa o lo spazzolone per i pavimenti
  • i piatti da lavare dietro alla tua composizione da Masterchef
  • le ciabatte buttate lì dietro al selfie fatto in camera da letto
  • potrei andare avanti ore….

Esempi di elementi non antiestetici ma che distraggono possono essere:

  • scritte che non hanno nessuna attinenza col soggetto. Ricorda sempre che se in una foto c’è una scritta, l’occhio cadrà lì per leggerla, distogliendo l’attenzione dalla scena principale;
  • grafiche di sfondo a un impiattamento, come potrebbero essere alcune grafiche di tovaglie troppo invadenti. Se si scatta una foto a un piatto, il soggetto è il cibo: è il cibo che deve avere il compito di portare colore e maggiore attenzione all’interno della composizione. Tutto il resto crea solo fastidio e confusione;
  • troppe persone all’interno della foto di un paesaggio: se riesci, aspetta che le persone escano dalla tua inquadratura. Potresti anche aspettare che ne resti una sola, oppure un gruppo, ma a questo punto cerca di integrarli nel tuo scatto per non far sembrare che siano “buttati lì”.

7 – Non usare lo zoom della fotocamera.

Lo zoom della fotocamera riduce la qualità dell’immagine rendendola sgranata, quindi avvicinati al soggetto.

Infine, ricordati di fare tanti scatti di prova: magari cambiando angolazione e punto di vista ti accorgi che la foto è più interessante.

Se vuoi approfondire l’argomento “fotografia” in generale o quello legato più a Instagram, ti suggerisco questi due libri:

L’occhio del Fotografo

Michael Freeman

Styling per Instagram

Leela Cyd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *